Intormativa

Questo sito utilizza cookie e tecnologie simili, anche di terze parti, per il corretto funzionamento e per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione 'Cookie Policy'

Approvo

La lotta alla "Buona Scuola" è appena cominciata

Via il governo Renzi, ripartiamo dall'abrogazione della legge 107!

All'indomani della vittoria del NO al referendum sulla controriforma costituzionale del 4 dicembre la scuola riparte per richiedere nuovamente l'abrogazione della legge 107, cosiddetta "Buona scuola". Di seguito il comunicato dell'USB scuola.

 

Leggi tutto...

Reti di Ambito territoriali: perché dire NO

La legge 107/15, cosiddetta “buona scuola”, ha gettato la scuola nel caos perseguendo, tra gli altri obiettivi, la perdita delle funzioni degli organi collegiali, la "privatizzazione" del rapporto di lavoro, introducendo modalità che favoriscono la ricattabilità dei lavoratori, il clientelismo, esponendo le scuole al rischio di corruzione. Inoltre, si cerca di diminuire i costi, favorendo un clima di competizione tra i lavoratori, aumentando al contempo i carichi di lavoro. Gli art. 70 e 72 della legge 107 prevedono, a costo zero, la costruzione di accordi di rete, promossa dagli Uffici Scolastici Regionali, finalizzate a “valorizzare le risorse professionali”, a gestire funzioni e attività amministrative. L'obiettivo principale è la razionalizzazione delle risorse, cioè riduzione del personale e aumento dei carichi di lavoro. Questi accordi di rete, per esempio, potranno prevedere lo scambio temporaneo di docenti fra le istituzioni che partecipano alla rete.

Leggi tutto...

I nostri contatti

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

I nostri tweet