Intormativa

Questo sito utilizza cookie e tecnologie simili, anche di terze parti, per il corretto funzionamento e per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione 'Cookie Policy'

Approvo

Bologna 9 maggio: 'Sabotare gli ingranaggi. Incontro sulle radici dell'UE'

3° incontro del ciclo SABOTARE GLI INGRANAGGI◆ Mercoledì 9 maggio, ore 17 aula 22, P.zza Scaravilli

◆LA GESTIONE ECONOMICA DELLA CRISI DA PARTE DELL'UNIONE EUROPEA: il tunnel dell’austerity e i paesi PIIGS. 

Ne parliamo con:
>> Giorgio Gattei docente di Storia del pensiero economico
>> Vincenzo Maccarrone ricercatore a Dublino

La tendenziale stagnazione economica in cui versano i paesi occidentali ha irrigidito le politiche economiche dell’Unione Europea o quelle stesse politiche basate su speculazione e disuguaglianza danno vita alle condizioni di crisi sistemica nelle quali siamo immersi?

◆ SABOTARE GLI INGRANAGGI: ciclo di incontri sulle radici dell'UE, tra funzionalismo istituzionale e dottrina ordoliberale ◆ 

Con il palesarsi della crisi sistemica si è assistito ad un irrigidimento delle politiche di austerità: privatizzazioni dei servizi pubblici e conseguente decadimento della qualità, precarizzazione del mondo del lavoro, aumento della disoccupazione, della povertà, della disuguaglianza. Questo si pone in assoluta continuità con le fondamenta teoriche ordoliberali dell’Unione Europea e con il suo conseguente sviluppo storico. L’imposizione dell’inserimento del pareggio di bilancio in Costituzione avvenuta con la modifica dell’articolo 81, è emblematico dell’aumento delle disparità tra Nord Europa e paesi periferici, in particolare i PIIGS, in un momento di contrazione delle possibilità economiche per gran parte della popolazione. 
Risulta necessario e urgente, per chi ritenga di fondare un sistema politico e sociale su diritti, uguaglianza e solidarietà, ripristinare un principio di autodeterminazione popolare in chiave internazionalista. Riteniamo che, a questo fine, una condizione inevitabile sia rompere con l’Unione Europea e i suoi vincoli antidemocratici.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

I nostri contatti

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

I nostri tweet