Intormativa

Questo sito utilizza cookie e tecnologie simili, anche di terze parti, per il corretto funzionamento e per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione 'Cookie Policy'

Approvo

Una delegazione della Rete dei Comunisti in Venezuela



Caracas: inizia l’attività della delegazione in Venezuela per la Rete dei Comunisti per il Capitolo italiano della Rete in Difesa dell’Umanità e per il centro studi Cestes con Luciano Vasapollo e Rita Martufi che seguiranno le elezioni presidenziali di domenica 20 maggio insieme a molto accompagnatori internazionali.
La nostra delegazione dopo interscambi con la Cancelleria, istituzione che ci ha invitato, ha incontrato alla sede centrale del Consiglio Nazionale Elettorale la presidente Tibisay Lucena Ramírez che ha esposto l’indipendenza assoluta del potere elettorale riconosciuto costituzionalmente e del moderno e sicuro sistema elettorale che garantirà elezioni libere e pienamente democratiche ad oltre 20 milioni di Venezuelani. La Presidente ha evidenziato le gravi interferenze internazionali che stanno cercando in tutti i modi di  intervenire per impedire il diritto del popolo venezuelano di esprimere liberamente il proprio voto. 

La presenza di accompagnanti provenienti da tutto il mondo e di tutte le tendenze politiche dimostra, se ce ne fosse bisogno, la grande trasparenza e la piena legalità delle elezioni e del loro svolgimento.
La nostra delegazione dopo aver incontrato il ministro degli Esteri Jorge  Arreaza ha partecipato al comizio di chiusura della campagna elettorale del Presidente Maduro alla Avenida Bolivar con la presenza di diventare se centinaia di migliaia di operai, impiegati, pensionati, casalinghe, studenti insomma il vero popolo chavista bolivariano, soggetto reale della rivoluzione.

Grande emozione nel vedere in particolare tantissimi giovani e tantissime donne che  hanno riempito le grandi sette Avenidas intorno a quella principale e che con slogan, musica e canzoni accompagnavano questo momento storico della rivoluzione. Bellissimo vedere anche i balli e la gioia del sempre presente nei momenti rivoluzionari figlio del popolo sudamericano Diego Armando Maradona sulla tribuna vicino a Maduro.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

I nostri contatti

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

I nostri tweet